Se fa male non è amore

Ti prego non farlo di nuovo, sono stanca
Ho il cuore che non ce la fa più
Ti prego no, ancora una volta no, amore mio
E non gridare, che i bambini dormono.

Bebe – Malo

Nell’estate del 2006 in Italia tutti ascoltavano “Malo”, una canzone che suonava a rock e flamenco cantata da una ragazza minuta: Nieves Rebollendo Vila, detta Bebe.
Bebe, all’epoca aveva 28 anni e da almeno due era famosissima in Spagna, aveva ottenuto 5 nomination ai Latin Grammy Award per l’album Pafuera Telarañas, che parla principalmente di violenza sulle donne.

Quella canzone non era così serena come il ritornello tormentone poteva far pensare. È la storia di una donna che subisce violenza e che, stanca, stremata, decide di reagire a quel compagno “malo”, cattivo:

Divento fuoco, li brucio i tuoi pugni di acciaio
e dalle mie guance livide tirerò fuori la forza per guarirmi le ferite

Bebe è figlia d’arte, i suoi genitori sono cantanti in un gruppo tradizionale spagnolo e ha passato la vita in tour. A 17 anni era corista di un gruppo rock, studiava arte drammatica a Madrid e se la cavava da sola. Iniziava a scrivere le sue canzoni, organizzava serate nei locali della capital per farsi ascoltare, faceva provini e otteneva di essere scritturata come attrice nel film Al sur de Granada. Nel 2003 la EMI la nota, le offre un contratto e insieme realizzano l’album che l’ha resa celebre con quelle sonorità a metà strada tra il flamenco e il pop, con un pizzico di rock e ska.

“Malo” è l’uomo che, per l’ennesima volta, torna a casa ubriaco e frustrato e sfoga la sua insoddisfazione picchiando la compagna. Una storia che in Spagna è drammaticamente comune: dal 2003 ad oggi il numero totale delle vittime di violenza maschile è 999 di cui 972 donne e 27 bambini.
Oggi la Spagna sta preparando più di 600 giudici per trattare con competenza i casi di violenza di genere e si sta preparando a riformare le leggi del Paese sui crimini sessuali.

In Italia i numeri non sono confortanti: il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni (6 milioni 788 mila) ha subìto nel corso della propria vita violenza.

“Malo” dall’album “Pafuera Telarañas” di Bebe.
2005 Latin Grammy Award: “Artista rivelazione”, “Miglior Album Pop”, “Autrice Revelazione” e “Miglior Videoclip”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...