Ani DiFranco, la riot girl

È il 1979 e a Buffalo (New York) c’è una bambina di 9 anni, con una gran voce, che si esibisce nei locali suonando la chitarra: è Angela Marie DiFranco. Un giorno qualunque, mentre attende di entrare alla sua lezione di chitarra, Ani incontra per caso Micheal Meldrum, una leggenda locale del folk, che organizza già serate per Suzanne Vega e altri artisti affermati.

Angela -Ani- ha le trecce lunghe, gli occhioni dolci e Meldrum le chiede divertito di suonare qualcosa. Non si aspettava certo di sentire un’esecuzione magistrale dei Jethro Tull… Il talento non passa inosservato e Meldrum lo incoraggia, sotto la sua ala protettrice: a 15 anni Ani DiFranco vive ormai da sola a New York, ha deciso che la musica è la sua strada e ci si dedica anima e corpo.

A 19 ha scritto più di 100 canzoni che coprono l’intero ventaglio emotivo che una donna adulta potrebbe provare nel corso di una vita intera: è profonda, anticonformista e originale.

Arrivano gli anni ’90 e Ani è ormai un’icona del neo-punk. Ha successo, è genuinamente anticonformista, non teme scandali e si dichiara bisessuale, ma rifiuta ogni ghettizzazione e ben presto diventa una paladina del femminismo militante aderendo alle Riot Grrl.

They’re gonna be mad at us.
They’re gonna be mad at me and you.
They’re gonna be mad at us and all the things we wanna do

Shameless – Ani Di Franco

Oggi vale la pena riscoprire la sua musica e i suoi testi.

3 commenti

Rispondi a wwayne Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...