parità

Non si può essere "quasi pari".
Se mio fratello può uscire tranquillo la sera e io no, non siamo pari.
Se il mio collega guadagna più di me per fare la stessa cosa, non siamo pari.
Se mettere al mondo nostro figlio penalizza solo me, non siamo pari.
Se io pulisco e lui "aiuta", non siamo pari.
Se a me richiedono di essere "brava e bella" e a lui basta essere "bravo", non siamo pari.
Se sono l'unica donna seduta a quel tavolo di lavoro, non siamo pari.
Parità non ammette "quasi".
Finché è quasi, non è parità.

Feminish.it